samsung-galaxy-s22-ultra-latenza-s-pen-sorprendera-fan

Negli ultimi mesi, ci sono state molte speculazioni sulla prossima serie Galaxy S22 di Samsung. In realtà, sappiamo già molto su come saranno i prossimi flagship. Mentre il Galaxy S22 e S22 Plus saranno modifiche minori, il Galaxy S22 Ultra sarà il più intrigante dei tre. Questo dispositivo verrà rilasciato per sostituire la formazione Galaxy Note. Come di consueto, il nuovo device apporterà miglioramenti significativi allo Stylus di Samsung.

La S Pen del Galaxy S22 Ultra avrà un ritardo di input di soli 2,8 millisecondi, secondo Zaryab Khan del canale YouTube XEETECHCARE. Questo è un enorme miglioramento rispetto alla latenza di 9 ms del Samsung Galaxy Note 20 e Galaxy Note 20 Ultra. È circa tre volte più veloce della S Pen più avanzata del Galaxy S21 Ultra. Samsung non fornisce solo lo slot S Pen, ma mira anche a migliorare l’esperienza dello stilo.

Galaxy S22 Ultra è pronto a stupire con nuove funzionalità

Sono state rivelate anche altre informazioni sul dispositivo. Ad esempio, la fotocamera principale da 108 MP include funzionalità HDR a 12 bit. Sfortunatamente, nessuna delle altre fotocamere sarà dotata di HDR. Lo smartphone includerà anche 8 GB di RAM nel modello base, ma anticipiamo 12 GB nel modello premium. Secondo la fonte, il telefono supporterà anche la ricarica rapida a 45 W.

Il design del dispositivo sarà identico alla serie Note 20, avendo una forma rettangolare. È interessante notare che non includerà telecamere sporgenti e, invece del tradizionale design a ‘isola della telecamera’, ogni telecamera sarà posizionata individualmente. È simile al design di una doppia fotocamera a goccia.

L’unico con un display curvo sarà il Galaxy S22 Ultra. Il display sarà un AMOLED 2K con refresh rate di 120 Hz. A seconda della posizione, sarà alimentato dal Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 o dal SoC Exynos 2200. L’architettura grafica AMD RDNA 2 sarà utilizzata in quest’ultima versione. Vale la pena ricordare che questa architettura è condivisa da console tra cui PlayStation 5 e Xbox Series S/X, oltre alle schede grafiche Radeon RX 6000.