WhatsApp: scoperto il trucco con cui vi rubano l'account, interviene la polizia

Non è la prima volta che gli utenti si indispettiscono per alcune cose che stanno notando attraverso WhatsApp. È stata una settimana di grandi proteste e segnalazioni quella che è appena terminata, portando di nuovo i dubbi al cospetto del pubblico della celebre applicazione di messaggistica istantanea.

In passato tutti avevano paura che WhatsApp in un certo qual modo potesse essere spiato, ma in pochi credevano che addirittura potesse essere rubato l’account. In realtà questa volta è accaduto proprio questo, ovvero che qualcuno si è ritrovato anche se per poche ore con il proprio account nelle mani di alcuni estranei. Il tutto è accaduto utilizzando WhatsApp Web. Come tutti ben sanno, per usare l’applicazione desktop di WhatsApp serve semplicemente un codice di verifica, il quale sarebbe finito nelle mani di alcuni truffatori. Proprio per questo motivo quindi sarebbero partite diverse segnalazioni soprattutto da parte della polizia di Stato che avrebbe emesso un comunicato ufficiale. 

 

WhatsApp: la polizia di Stato mette tutti in guardia dalla nuova truffa che porta via gli account

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”