Sembra impossibile ma è vero: in circolazione esiste già un iPhone con standard USB-C montato, ed è stato venduto su eBay a 86mila dollari.

Solo che non si tratta di un iPhone con la nuova uscita già integrata, ma è stato montata a posteriori per implementare lo standard USB-C anche su un prodotto Apple. L’artefice del dispositivo risultante è Ken Pilloner, studente di robotica svizzero, che ha smontato un iPhone e ne ha modificato i pezzi per poter adattare l’uscita USB Type C, per poi venderlo all’asta su eBay e ricavarne 86mila dollari.

L’idea nasce dalla volontà di Pilloner di adattare un iPhone X all’utilizzo degli altri connettori in suo possesso: “Tutto ciò che possiedo ha uscite USB Type-C” spiega Pilloner, “Sarebbe l’ideale se fosse così anche per i prodotti Apple, per avere un caricabatterie e un cavo per caricare tutto”.

iPhone, il primo con connettore USB-C venduto all’asta per 86mila dollari

Dalle parole del creatore si intuisce che non sappia a chi sia andata la propria invenzione, che sperava fosse di ispirazione per Apple ad implementare definitivamente l’uscita USB-C sugli altri prodotti dell’azienda. E probabilmente non immaginava neppure che sarebbe riuscito a venderlo per oltre 80mila dollari: una cifra da capogiro, a dimostrazione della rilevanza della sua creazione.

D’altra parte Pilloner mette in guardia: qualsiasi utente sia ora in possesso dell’iPhone X da lui realizzato non dovrebbe smontarlo o aggiornare il sistema operativo.

Lo studente aveva creato il proof-of-concept lo scorso maggio, con l’intento di miniaturizzare il cavo impiegato attualmente per caricare gli iPhone. Il progetto ha preso poi un’altra piega, indirizzando Pilloner a tentare il montaggio dell’uscita USB-C.

A breve il suo sogno potrebbe vedersi realizzato, con l’uscita dei primi prodotti Apple che montano nativamente il nuovo standard e possono adattarsi ai connettori USB Type C.