L’operatore Vodafone Italia ha recentemente deciso di rafforzare la sua strategia digitale aggiungendo quasi 7.000 ingegneri software al suo personale tecnico, che da oggi è riunito nella rete pan-europea chiamata Vodafone Technology.

Le nuove risorse, che saranno inserite gradualmente di qui al 2025, saranno costituite in parte da neo assunti e in parte da personale interno spostato o riqualificato verso le mansioni di software engineering tramite formazione e upskilling. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Vodafone entro il 2025 assumerà 7000 nuovi ingegneri software

Vodafone sta portando avanti la sua strategia di trasformazione da azienda di telecomunicazioni tradizionale a fornitore di connettività e servizi digitali di nuova generazione su larga scala in Europa e Africa, spiega l’azienda. L’obiettivo della telco britannica è diventare un brand software globale. Quest’anno Vodafone Technlogy ha messo in campo 8 milioni di euro per soddisfare la crescente domanda di connettività digitale di imprese e cittadini accelerata dalla pandemia.

L’espansione delle sue capacità software consentirà all’operatore di creare prodotti e servizi differenziati a costi inferiori e di possedere la proprietà intellettuale anziché acquistarli da fornitori. La competenza interna genera risparmi del 20%, in media, per Vodafone. L’arrivo di ulteriori 7.000 ingegneri del software integrerà gli attuali 9.000 dipendenti che già lavorano in questo settore. Confluiranno tutti in Vodafone Technology, la nuova funzione interna platform-based che unisce i dipendenti dell’area tecnica nonché la divisione internazionale di servizi condivisi.

Questo team svilupperà nuovi prodotti per l’Internet of things (IoT), funzionalità di rete intelligenti, servizi digitali, It e di sicurezza in tutta Europa. La creazione di Vodafone Technology fa parte della strategia Tech 2025 il cui obiettivo è mettere a punto una serie di piattaforme tecnologiche, velocizzare la commercializzazione di prodotti e servizi e rendere le reti sempre più efficienti con la riparazione automatica degli eventuali errori.