digitale-terrestre-se-non-vedi-questi-canali-devi-preoccuparti

Il nuovo digitale terrestre sta arrivando e il 20 ottobre la rivoluzione DVB T2 è iniziata. Infatti diversi canali delle due emittenti più importanti, Mediaset e Rai, sono già stati trasferiti sulla tecnologia Mpeg4 migliorando la loro qualità di trasmissione nel formato HD. Purtroppo però non tutti i televisori sono compatibili e ciò comporta, a breve, l’impossibilità di fruire del servizio nazionale della televisione. Quindi, se non vedi più questi canali devi preoccuparti e correre presto ai ripari.

 

Digitale terrestre: con lo switch off del 20 ottobre molti hanno perso diversi canali

Sono ancora molti coloro che non si sono adeguati al nuovo digitale terrestre che si è aperto la strada iniziando la sua trasformazione con il primo e parziale switch off del 20 ottobre 2021. Purtroppo, chi non ha ancora un televisore o un decoder compatibili al DVB T2 ha perso diversi canali.

Scopriamo insieme quali sono quelli che hanno già migrato le loro frequenze sul formato Mpeg4 e quindi DVTB2. Ovviamente fanno parte del digitale terrestre, ma sono quelli tematici. In questo modo chi ancora non si è adeguato non perderà la programmazione dei principali.

Si tratta di alcuni canali Mediaset e Rai che con il nuovo digitale terrestre sono passati al DVB T2 lo scorso 20 ottobre. Ecco l’elenco ufficiale e completo:

  • iniziamo con i canali Mediaset: TGcom 24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 Tv e Virgin Radio Tv;
  • ora invece vediamo i canali Rai: Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai YoYo, Rai Sport+ HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola.

 

Bonus TV: una grande opportunità

Tranquilli, se avete scoperto proprio ora che non riuscite più a vedere i canali sopra menzionati perché il vostro apparecchio non è compatibile al nuovo digitale terrestre, non dovete disperare.

Infatti esiste una grande opportunità che si chiama Bonus TV. Grazie a questo provvedimento, chiunque e senza limiti di ISEE, può ricevere uno sconto del 20% – fino a un massimo di 100 euro – sull’acquisto di un nuovo televisore compatibile. Basta scaricare il modulo di autodichiarazione, compilarlo in tutti i suoi campi e raggiungere il rivenditore autorizzato più vicino con il proprio apparecchio da rottamare.