bitcoin criptovalute

Il mercato delle criptovalute ha subito un duro colpo lunedì mattina, con il prezzo del bitcoin che è sceso sotto i 44.000 dollari. Attualmente viene scambiato a circa 44.068, e ci sono stati cali di circa il 7,45% nelle ultime 24 ore.

Ether, il secondo più grande, è attualmente scambiato a circav 3.106 dollari, in calo del 7,76% anche lui nelle ultime 24 ore. Nel complesso, la capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute è scesa di oltre l’8% nell’ultimo giorno.

Ciò avviene poiché gli investitori temono le conseguenze del “quasi” crollo di Evergrande, uno sviluppatore immobiliare cinese così massiccio che potrebbe influire sull’economia globale, che ha scatenato una svendita di investimenti volatili come le criptovalute.

Il 13 settembre, la House Ways and Means Committee ha proposto una legislazione che colmerebbe una scappatoia fiscale per gli investitori di criptovalute imponendo regole di “wash sale” su materie prime, valute e risorse digitali, secondo uno schema pubblicato.

Un problema anche per gli investitori

Attualmente, gli investitori possono vendere criptovaluta in perdita e richiedere un vantaggio fiscale. Quindi, gli investitori possono riacquistare immediatamente se il prezzo rimbalza. Le cosiddette regole di “wash sale” impedirebbero agli investitori di riacquistare immediatamente lo stesso asset.

Secondo le stime del Joint Committee on Taxation, sottoporre la criptovaluta e altri asset a questa proposta di modifica aumenterebbe di 16,8 miliardi di dollari in un decennio.
Martedì, Gary Gensler, presidente della Securities and Exchange Commission, ha dichiarato al Comitato bancario del Senato che la SEC sta facendo di tutto per creare una serie di regole per i mercati delle criptovalute e proteggere gli investitori.

“Attualmente, non disponiamo di una protezione sufficiente degli investitori nella finanza, nell’emissione, nel trading o nel prestito di criptovalute”, ha affermato Gensler in un commento preparato.

Alcuni legislatori hanno anche insistito su Gensler sul fatto che determinati asset crittografici, come le stablecoin, soddisfino i requisiti di sicurezza, che è stata oggetto di preoccupazione e confusione per la comunità in generale.