alaska covid

Il Providence Alaska Medical Center, il più grande ospedale dello stato, ha pubblicato una lettera al pubblico martedì affermando che oltre il 30% dei suoi pazienti ha contratto il COVID-19 e l’ospedale sta razionando le cure.

“Stiamo facendo del nostro meglio, ma non siamo più in grado di fornire lo standard di cura a ogni singolo paziente che ha bisogno del nostro aiuto“, ha scritto il capo del personale Kristen Solana Walkinshaw a nome del comitato esecutivo medico dell’ospedale. “Il numero di pazienti ora superano le nostre risorse e la nostra capacità di fornire letti di personale con operatori sanitari qualificati, come infermieri e respiratori”.

Dei 120 posti letto in terapia intensiva dell’Alaska, 106 sono stati riempiti a partire da giovedì, lasciando solo 14 posti letto disponibili in tutto lo stato.

L’Alaska ha avuto un forte lancio iniziale con il vaccino, consegnando dosi in aree remote dello stato tramite elicotteri, aerei, slitte trainate da cani e traghetti, con il supporto aggiuntivo del Servizio sanitario indiano e del sistema sanitario statale per vaccinare i nativi dell’Alaska.

A causa delle sfide poste dalle vaste dimensioni dello stato, sono stati progettate spedizioni di vaccini mensili anziché settimanali, dando la possibilità allo Stato di pianificare in anticipo la quantità necessaria ed essere fornita di molte dosi in anticipo.

Cosa bisogna aspettarsi nei prossimi mesi

Ma, come nel resto del paese, i tassi di vaccinazione hanno iniziato a diminuire lentamente durante l’estate, ristagnando con il 56,7% degli abitanti dell’Alaska completamente vaccinati a partire da giovedì, secondo il cruscotto dello stato sul coronavirus.

In termini di perché le cose sono andate stagnanti, sembra che l’esitazione sia il fattore principale alla base di ciò”, ha affermato Jared Kosin, CEO e presidente dell’Alaska State Hospital and Nursing Home Association. “Non è un problema di accesso. Il vaccino è ampiamente disponibile in Alaska ovunque“.

I casi in Alaska sono in forte aumento da agosto e lo stato ha infranto il suo nuovo record giornaliero di casi con 1.068 infezioni segnalate mercoledì. Di conseguenza, i ricoveri sono saliti alle stelle, raggiungendo i massimi storici.

Gli esperti sanitari avvertono che questo è solo l’inizio di un’impennata che potrebbe durare settimane.