variante-delta-diffusione-record-in-italia-ma-spaventa-maggiormente-la-lambda

Continuano a incalzare le varianti in tutto il mondo e il nostro Paese non è escluso. Infatti, purtroppo gli ultimi dati riferiscono una diffusione record in Italia proprio della Variante Delta pari al 91% dei casi di contagio. Tuttavia a spaventare di più gli esperti è la Lambda. Questi risultati sono frutto del Report Settimanale dell’ISS, l’Istituto Superiore di Sanità. Scopriamo insieme tutti i dettagli di questa notizia sicuramente da monitorare.

 

Attenzione alla Variante Delta in Italia

È scattato l’allarme Variante Delta in Italia che ha fatto registrare un picco nei contagi da Covid-19 ed è presente nel 91% delle infezioni registrate. Un dato allarmante che però, a detta degli esperti, non deve dimenticare nemmeno le altre varianti che si stanno affacciando. Tra queste, quella che preoccupa maggiormente è la Lambda in quanto ha una capacità di trasmissione davvero importante.

A confermare ciò sono le dichiarazioni riportate nel Report Settimanale dell’Epidemia in Italia redatto dall’ISS in collaborazione con il Ministero della Salute. I dati indicati si riferiscono al periodo che va dal 2 all’8 agosto con un aggiornamento all’11 agosto.

La circolazione della variante Delta è ormai largamente prevalente in Italia. Questa variante è dominante nell’Unione Europea ed è associata ad un aumento nel numero di nuovi casi di infezione anche in altri paesi con alta copertura vaccinale“.

 

L’obbiettivo è vaccinarsi

È evidente che le informazioni contenute nel Report Settimanale continuano a rimarcare come sia importante continuare a vaccinarsi. Solo così si raggiungerà l’obbiettivo per contrastare il Covid-19, la Variante Delta e tutte le altre più o meno pericolose come la Lambda, che preoccupa molto.

Una più elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione rappresentano gli strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti con maggiore trasmissibilità“.

Insomma, sono 3 le cose da fare per scongiurare rischi personali e per evitare di contribuire all’aumento dei contagi e alla diffusione della Variante Delta. Primo, vaccinarsi il prima possibile completando il ciclo di inoculazioni. Secondo, rispettando le norme di restrizione ed evitando di fare i furbetti con i Green Pass tarocchi acquistati su Telegram. Terzo, continuando a mantenere sane abitudini di igiene utilizzando anche i dispositivi di protezione individuale.

FONTEil Sole 24 Ore