ZTE, Axon 30, UDC, Display

ZTE ha da poco presentato il nuovissimo Axon 30. Il device si configura come uno smartphone di fascia alta caratterizzato da una precisa specifica tecnica. A renderlo unico e speciale è la fotocamera frontale integrata sotto il display.

Il produttore ha lavorato a lungo per rendere realtà la tecnologia Under Display Camera. La nuova generazione di questa tecnologia ha permesso notevoli passi in avanti per la qualità delle foto scattate con una fotocamera posta sotto il display.

Tuttavia, ZTE Axon 30 non è caratterizzato esclusivamente dalla fotocamera sotto il display ma da un comparto hardware di altissimo livello. Infatti, lo smartphone è dotato di un ampio display AMOLED da 6.92 pollici con refresh rate a 120Hz. Secondo quando dichiarato dalla casa, il display copre il 100% della gamma cromatica DCI-P3 ed inoltre ha ottenuto le certificazioni TUV, SGS e UL per la protezioni degli occhi.

 

Axon 30 è il nuovo flagship di ZTE

Il SoC scelto è il Qualcomm Snapdragon 870G con possibilità di aumentare la memoria RAM grazie alla tecnologia memory fusion technology. Queste tecnologia sfrutta lo spazio disponibile sulla memoria interna per aumentare virtualmente la RAM a disposizione del sistema.

Il comparto fotografico è composto da una quadrupla camera con supporto all’Intelligenza Artificiale. Il sensore principale è da 64 megapixel a cui si affianca una grandangolare da 120 gradi, un obiettivo macro da 3 cm e un sensore per la profondità di campo.

Infine, ZTE Axon 30 sarà disponibile nelle colorazioni Black e Aqua con la scocca posteriore realizzata in materiale polimerico 3D sfruttando una nano-level texture. Il peso complessivo del device è di 189 grammi con uno spessore di 7,8 mm.