Il canone Rai sarebbe pronto ad essere eliminato dalle bollette elettriche degli Italiani. Una decisione più Europea che Italiana ma che vede la firma del Governo Draghi, utile per ottenere 200 Miliardi di prestiti per far ripartire l’economia italiana.

Non sarà quindi più possibile addebitare nella bolletta elettrica spese non direttamente correlate, come ad esempio il canone Rai. Scopriamo maggiori dettagli.

 

Canone Rai: addio dalla bolletta elettrica

Il canone Rai inserito all’interno della bolletta elettrica? Si tratta di un onere improprio, e di conseguenza potrebbe essere presto tagliato fuori. Anche questo argomento sarà affrontato dal governo giovedì, quando il consiglio dei ministri si riunirà per discutere del disegno di legge sulla concorrenza.

L’intenzione dell’esecutivo è infatti quella di rispettare gli accordi presi con Bruxelles tramite il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Nel contratto inviato all’Unione europea l’Italia, come ricordato da il Messaggero, si impegna a cancellare l’obbligo per le compagnie che vendono elettricità di “raccogliere tramite le bollette somme che non sono direttamente correlate con l’energia”. Fra queste, dunque, anche il canone della Rai. Una novità non da poco per i consumatori.

La misura era stata introdotta dal Governo Renzi, riducendo di molto l’evasione di tale tassa e pesava sulle bollette per ben 9 euro al mese, per 10 mesi. Secondo quanto riportato non è ancora stata resa nota la data in cui il canone Rai sarà rimosso dalla bolletta, l’impegno con l’Europa è però stato preso, quindi, probabilmente dal 2022, non andrà più versato nella bolletta della luce.