Se da un lato il profilo dei prossimi iPhone 13 si fa sempre più netto, e le indiscrezioni ormai non riguardano più solo il design con il notch finalmente ridotto e il nuovo layout delle fotocamera sul modello, ma scendono nei dettagli tecnici come i tagli di memoria, i colori disponibili e la velocità di ricarica leggermente aumentata, dall’altro cominciano ad arrivare le prima voci sugli iPhone 14.

Secondo un report di JP Morgan Chase, infatti, gli iPhone in arrivo nel 2022 segneranno uno scarto generazionale più netto rispetto a quelli di quest’anno. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

iPhone 14 cambierà tantissimo rispetto ai predecessori

Secondo JP Morgan, Apple, infatti, avrebbe scelto di impiegare un telaio in lega di titanio per i modelli di fascia alta, e dunque per iPhone 14 Pro e Pro Max: della produzione, nello specifico, si occuperebbe esclusivamente Foxconn. Apple attualmente ha fatto uso di questo materiale per alcune varianti di Apple Watch Serie 6, e anche per la realizzazione dell’Apple Card: per quanto riguarda gli iPhone, attualmente sono costruiti utilizzando alluminio e acciaio inossidabile.

Il titanio garantirebbe una resistenza ai graffi più elevate, oltre che una maggiore solidità strutturale, il doppio di quella offerta dell’alluminio, essendo però il 60% più pesante: in compenso, è anche più leggero del 45% rispetto all’acciaio. Tuttavia, questa scelta porterebbe con sé oltre ai benefici anche alcuni inconvenienti: si tratta infatti si un materiale che è tendenzialmente più prono a raccogliere le impronte. E quindi potremmo trovarci davanti ad un iPhone 14 bellissimo nei render, ma poi tappezzato di ditate nella realtà: vedremo come e se Apple, eventualmente, deciderà di affrontare la questione.

In ultimo, il report di JP Morgan Chase conferma i rumor già circolanti sul fatto che iPhone 13 Mini sarà l’ultimo della sua stirpe, e che Apple avrebbe quindi intenzioni di abbandonare il form factor più compatto ma conservare comunque quattro modelli in totale. Secondo le previsioni del noto analista Ming-Chi Kuo, dovrebbero essere lanciati due iPhone da 6,1 pollici e due da 6,7 pollici, con la versione base che quindi sarebbe disponibile anche nel formato “Max”. Sempre secondo Kuo potrebbe essere la volta del TouchID sotto al display, e ci sono segnali dell’arrivo di una fotocamera periscopica, con il sensore principale che dovrebbe essere da 48 MP. Non ci resta che attendere ancora un po’ per scoprire maggiori dettagli.