benzina-e-diesel-aumenti-prezzi-alle-stelle-denuncia-unione-nazionale-consumatori

Fare il pieno di diesel o benzina sta diventando un salasso. Aumenti incredibili che hanno portato i prezzi alle stelle. Purtroppo siamo arrivati a livelli mai visti prima. Questa è la denuncia dell’Unione Nazionale Consumatori. Una situazione che appare sempre più insostenibile per le famiglie che sono già in difficoltà economica a causa della pandemia di Covid-19 e per quelle sul lastrico già prima, ora piagate dalla povertà. Vediamo a quanto si sono posizionati i prezzi dei due carburanti più utilizzati in Italia, il diesel e la benzina.

 

Prezzi alle stelle per diesel e benzina che a breve diventeranno un lusso

Se andiamo avanti così, fare il pieno alla propria auto diventerà un lusso. Questo perché , secondo gli ultimi dati settimanali forniti dal Ministero dello Sviluppo Economico, i prezzi del carburante sono saliti alle stelle. Ad oggi infatti si parla – al momento della scrittura e in modalità self-service- di 1,655 euro al litro per la benzina e di 1,512 euro al litro per il diesel.

Chiara e tonante la denuncia dell’Unione Nazionale Consumatori che così commenta la situazione innescata dall’aumento prezzi: “Dall’inizio dell’anno, dalla rilevazione del 4 gennaio, in 6 mesi e mezzo, un pieno da 50 litri è aumentato di 10 euro e 69 centesimi per la benzina e di 9 euro e 69 centesimi per il gasolio, con un rincaro, rispettivamente, del 14,8% e del 14,7%. Su base annua è pari a una batosta ad autovettura pari a 257 euro all’anno per la benzina e 233 euro per il gasolio“.

 

Il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori è preoccupato

Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori è seriamente preoccupato. Infatti, se il diesel ha raggiunto una quota che non si toccava dal 2019, per la benzina è diverso. A questo livello era da tre anni che non ci arrivava.

Ecco cosa Dona ha dichiarato in merito: “La benzina, arrivando a 1,655 euro al litro, raggiunge il record dal 29 ottobre 2018 quando svettò allo stesso importo, ossia oltre 2 anni e 8 mesi fa, mentre il gasolio tocca il valore massimo dal 3 giugno 2019, quando si attestò a 1,514 euro al litro, oltre due anni e 1 mese fa“.

Alcuni complottisti pensano che dietro tutti questi aumenti ci sia la volontà di spingere gli utenti ad acquistare un veicolo elettrico e a digerire la data dell’addio alle auto diesel e benzina in Italia.

FONTECorriere della Sera