netflixLe piattaforme per guardare serie TV, film, documentari e programmi di vario genere aumentano a dismisura. Netflix vuole battere la concorrenza introducendo una sezione per i videogiochi.

Mike Verdu, ex vicepresidente di Facebook, si unirà a Netflix per il nuovo progetto sui videogiochi collaborando con il direttore operativo Greg Peters. Prima di entrare a far parte di Facebook, Verdu lavorava come vicepresidente senior per Electronic Arts ed era responsabile di giochi per dispositivi mobile. Tra i più noti: Plants v Zombies 2, The Sims Freeplay e Star Wars: Galaxy of Heroes. Una persona che ha senza dubbi molta familiarità con questo settore.

Netflix: non più solo serie TV, film e documentari, in arrivo una sezione per i videogiochi

Netflix attualmente non prevede di addebitare costi aggiuntivi per il nuovo servizio e prevede di lanciarlo entro il 2022. Le azioni di Netflix sono aumentate del 3,3% da quando Bloomberg ha riportato per la prima volta la notizia mercoledì. Con la programmazione per bambini, l’apertura di un negozio online per vendere merce e la collaborazione con grandi nomi del cinema come Steven Spielberg, l’azienda ha cercato nuovi modi per espandersi in mercati già saturi.

Netflix in passato ha sperimentato la modalità interattiva con Black Mirror: Bandersnatch e You vs Wild che consentivano agli spettatori di decidere in che modo proseguire cambiando il corso degli eventi. Ha anche concesso in licenza i diritti per sviluppare giochi basati su serie TV come Stranger Things e La casa de Papel (Money Heist) che consentono ai giocatori di guidare le azioni dei personaggi e gestire autonomamente la trama. Tuttavia, non è mai abbastanza in un settore così competitivo. Introdurre i videogiochi potrebbe rivelarsi una mossa vincente.