auto-elettriche-stanno-arrivando-in-autostrada-le-colonnine-di-ricarica-free-to-x

Grande notizia per tutti coloro che sono già entrati nel mondo delle auto elettriche. In autostrada stanno arrivando le colonnine di ricarica. Niente più viaggi con il panico di rimanere a piedi e con il veicolo full electric completamente scarico. Ecco l’iniziativa promossa da Free to X in collaborazione con Autostrade per l’Italia. È iniziato il viaggio verso le emissioni zero!

 

Colonnine in autostrada per le auto elettriche

Da sempre le colonnine di ricarica sono il cruccio di coloro che regolarmente viaggiano su auto elettriche. Come spesso documentato dai nostri articoli, è lodevole percepire il forte impegno verso la trasformazione dei trasporti in full electric. Tuttavia occorrerebbe in primis garantire le strutture affinché questa possa avvenire in tutta tranquillità.

Sì, perché viaggiare con auto elettriche senza avere una rete di ricarica adeguata non solo è fastidioso, ma può rivelarsi davvero pericoloso. Immaginatevi di trovarvi fermi in autostrada con il veicolo completamente scarico oppure, peggio ancora, in una strada di campagna isolata.

In soccorso a questo, ecco arrivare il formidabile progetto di Free to X. L’impegno, entro il prossimo anno, è quello di dotare 100 stazioni di servizio con almeno 4 colonnine di ricarica per auto elettriche.

Ovviamente questa installazione avverrà lungo tutti i percorsi dell’autostrada da nord a sud. “Già alla fine del prossimo anno riusciremo ad avere un’interdistanza tale per cui, con almeno una trentina di installazioni, sarà possibile avere autonomia sufficiente per compiere un viaggio in modalità totalmente elettrica con la massima tranquillità“, ha dichiarato Roberto Tomasi, amministratore delegato di Autostrade per l’Italia.

Alla sua voce si aggiunge quella di Giorgio Moroni, attuale amministratore delegato di Free to X, protagonista nelle installazioni delle colonnine di ricarica per auto elettriche: “Noi abbiamo lanciato un piano da 100 stazioni di ricarica a 300 kW di potenza. Questo significa avere le tecnologie che consentono tempi di ricarica compatibili con un viaggio autostradale. Puntiamo a completare il piano nel prossimo triennio e ovviamente installiamo da Nord a Sud, quindi l’interdistanza sarà sempre più ravvicinata“.

Intanto in Italia sono partiti i 2 incentivi per auto elettriche destinati all’acquisto e all’installazione di un sistema di ricarica domestica e al relativo aumento di potenza del contatore.

FONTETom's Hardware