WhatsApp: è questo il trucco che usano per rubare gli account

Gli occhi bene aperti e tanta conoscenza del settore. Queste sono le caratteristiche di cui ogni utente dovrebbe disporre dopo aver utilizzato applicazioni come WhatsApp per svariati anni. Purtroppo ci sono sempre dei trabocchetti a cui far fronte, i quali possono nascondere botole pronte ad ospitare una caduta senza fine.

Gli utenti infatti sono il bersaglio preferito dei truffatori, i quali cercano di fare i soldi alle loro spalle in maniera chiaramente indebita. Durante gli ultimi giorni sarebbe venuto fuori un nuovo tipo di truffa, il quale sarebbe stato segnalato addirittura dalla polizia di Stato. Alcuni truffatori avrebbero un metodo per rubare gli account WhatsApp, utilizzando la connessione all’applicazione Web. Come tutti ben sanno, per entrare su WhatsApp Web c’è bisogno di un codice di verifica, il quale in alcuni casi potrebbe essere intercettato dei truffatori che verrebbero così in possesso dell’account.

 

WhatsApp: gli utenti hanno paura, ecco il comunicato della Polizia di Stato

Molto spesso gli utenti, tratti in inganno dalla presunta conoscenza del mittente, non esitano ad assecondare la richiesta, rispondendo al messaggio, ignari di essere vittime di una truffa”. Rispondendo agli hacker, “il codice inviato consente ai cybercriminali di impadronirsi dell’account WhatsApp e di sfruttare il servizio di messaggistica istantanea per compiere ulteriori frodi utilizzando il numero di telefono della vittima. Questi riescono ad avere accesso ai contatti salvati nella rubrica, innescando una sorta di catena di Sant’Antonio: il profilo WhatsApp dell’utente che ci richiede di inviargli il codice è effettivamente un nostro contatto, che a sua volta ha avuto la violazione del suo account attraverso la stessa condotta fraudolenta. Invitiamo pertanto tutti a verificare le fonti e a non cliccare mai sui link sospetti presenti nei messaggi.