Google, Android 12, Beta 1, beta test, developer preview

La fase di sviluppo di Android 12 sta procedendo a gonfie vele sia da parte di Google ma soprattutto da parte dei vari produttori. Infatti, BigG ha dato ufficialmente il via alla fase di beta test del proprio sistema operativo per permettere a quante più persone di provarlo.

Ecco quindi che alcuni OEM hanno prontamente rilasciato le versioni di prova del sistema del robottino al fine di effettuare ulteriori test. Android è un sistema molto modificabile, quindi i produttori partono dal progetto di Google e aggiungono varie personalizzazioni proprietarie.

La fase di test assume un ruolo fondamentale per verificare il corretto funzionamento di tutti gli elementi che compongono il sistema operativo. A Mountain View hanno stilato una lista preliminare di tutti i produttori che permettono l’installazione della versione beta di Android 12 sui propri device.

 

Ecco l’elenco dei primi device che supportano attivamente Android 12

Al momento, Android 12 è disponibile esclusivamente sui seguenti device:

  • Asus (Zenfone 8)
  • Google (Pixel 3/3 XL/3a, Pixel 4/4 XL, Pixel 4a/4a 5G, Pixel 5)
  • Nokia (X20)
  • OnePlus (OnePlus 9, OnePlus 9 Pro)
  • OPPO (Find X3 Pro)
  • Realme (Realme GT)
  • SHARP (AQUOS Sense 5G)
  • TCL (TCL 20 Pro 5G)
  • Tecno (Camon 17)
  • Vivo (iQOO 7 Legend)
  • Xiaomi (Mi 11, Mi 11 Ultra, Mi 11i e Mi 11X Pro)
  • ZTE (Axon 30 Ultra)

Questo elenco riporta i produttori che hanno aderito al programma di beta test di Google con determinati dispositivi. Tuttavia non si può escludere che gli altri produttori stiano lavorando ad Android 12 per conto loro.

Certamente, questi smartphone potranno contare su alcune agevolazioni rispetto a tutti gli altri competitor. Infatti, ci aspettiamo una fase di rilascio della versione definitiva più rapida rispetto ai produttori non in elenco.

Ricordiamo inoltre che la lista sia aggiorna frequentemente, quindi non è da escludere che a breve arriveranno tanti altri nomi importanti. Non resta che attendere maggiori dettagli e sperare in una rapida conclusione della fase di beta test.