Una tra le più importanti componenti presenti all’interno dello smartphone è senza ombra di dubbio la batteria, essa è come ovvio che sia indispensabile per il funzionamento del device, che altrimenti diventerebbe un semplice costoso fermacarte.

La batteria però, non ha visto per sfortuna la stessa evoluzione che hanno invece attraversato gli smartphone, al tecnologia si basa infatti sempre sugli ioni di litio in celle in stato elettrodinamico, mantenendo dunque anche invariati i vari insulti a cui sono suscettibili, ovvero quelli chimici, elettrici e fisici.

Ovviamente a influire c’è anche l’atteggiamento del proprietario della batteria, che deve prestare attenzione a non danneggiarla ulteriormente con una mancata cura del prodotto, vediamo insieme gli errori più comuni che minano la vita della cella energetica.

 

Errori diffusi

Partiamo parlando dell’errore più banale ma allo stesso tempo più diffuso in tutto il pianeta, stiamo parlando della ricarica della batteria a telefono acceso, tale pratica infatti, porta ad un elevato surriscaldamento della batteria, calore che può ledere le celle portando a danni strutturali importanti che possono minare la vita della batteria.

Passiamo ora ad un altro errore anch’esso molto diffuso però da un paio di anni, parliamo dell’uso di soli caricatori rapidi, l’elevato amperaggio infatti può provocare un innalzamento della temperatura che come detto prima può danneggiare la batteria.

Per ultimo vi parliamo di un errore che in molti non considerano, ovvero i danni fisici, far cadere il device, oltre che recare altri danni a display e componenti, può danneggiare fisicamente la batteria, mettendone a rischio la durata.