Buone notizie per i clienti Vodafone: l’operatore telefonico, infatti, ha reso noto che è finalmente disponibile per tutti i suoi utenti il blocco di default di tutti i servizi digitali VAS (noti anche come servizi a sovrapprezzo).

Tale iniziativa era in programma inizialmente a partire dal 30 aprile scorso ma l’operatore ha poi comunicato che la procedura si sarebbe protratta ancora per qualche settimana. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Vodafone blocca i servizi a sovrapprezzo

Stando a quanto si apprende, tuttavia, sono stati necessari alcuni giorni in più ma ciò che conta è che dal 5 giugno 2021 tutti i clienti Vodafone dovrebbero avere già attivo il blocco automatico dei servizi VAS. Considerando quanto frequente sia il caso di utenti “vittime” di tale genere di servizi (si tratta di quelli che possono essere attivati tramite SMS o connessione dati e che offrono contenuti di vario tipo, dagli oroscopi alle notizie, dai giochi alla musica, dalle previsioni meteo alle suonerie, il tutto con il pagamento di una somma una tantum o di un abbonamento periodico), non può che essere una buona notizia per i clienti Vodafone essersi finalmente liberati di questo “pericolo”.

Tale iniziativa è stata presa dal popolare operatore telefonico in esecuzione di un provvedimento dell’AGCOM, che ha disposto che tutti i clienti mobile debbano essere tutelati da questo tipo di servizi. Non rientrano nel blocco automatico alcuni servizi, come le donazioni, il Mobile Ticketing, i servizi PEC, i servizi informativi bancari, il televoto, i servizi postali e i servizi elettronici di recapito certificato.

Gli utenti che desiderano richiedere la disattivazione del blocco di default dei servizi VAS possono rivolgersi al Servizio Clienti di Vodafone e ottenerla in qualunque momento e senza costi.