IPTV: multati 22 venditori e 2000 utenti, ecco le cifre delle sanzioni

La pirateria muove ancora tanti passi verso gli utenti che cercano un abbonamento, i quali di certo non sanno di correre un grosso rischio. La legge infatti non intende più transigere in merito a questa piaga che sta distruggendo il mondo della TV a pagamento, soprattutto utilizzando gli abbonamenti IPTV. La Guardia di Finanza è diventata il nemico più acerrimo di questo mondo, mettendo in difficoltà tutte le organizzazioni. Le tante indagini stanno portando a risultati ottimi, con numerose attività smantellate in poco tempo. Durante gli ultimi tempi sarebbero state condotte ulteriori indagini riguardo ad alcune piattaforme diffuse in Italia.

 

IPTV: cosa si rischia sottoscrivendo un abbonamento pirata, la legge non perdona

Ancora una volta la Guardia di Finanza sarebbe riuscita a sventare la truffa degli abbonamenti pirata. Infatti due nuove piattaforme sarebbero state beccate tra Sicilia e Svizzera, con 22 gestori finiti nel registro degli indagati con multe da 3000 a 25.000 € da pagare. Anche gli utenti registrati al servizio sono stati beccati e ora oltre 2000 persone rischiano una multa che partirà da 1000 € a salire. Chiaramente l’attività delle fiamme gialle non si ferma qui e andrà avanti anche durante le prossime settimane.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.