covid-19-covidarray-nuova-tecnologia-tamponi-evita-falsi-negativi

Purtroppo l’esito dei test a tampone è spesso un terno al lotto quando si tratta di soggetti con carica virale bassa. Sembra però che la soluzione a questo problema sia stata trovata. Infatti un gruppo di ricercatori ha scoperto una nuova tecnologia per i test a tampone Covid-19 per scongiurare pericolosissimi falsi negativi. Ribattezzata con il nome di CovidArray, richiede ancora qualche perfezionamento, ma il punto di partenza è eccezionale. Un’innovazione tutta italiana dell’Istituto di scienze e tecnologie chimiche “Giulio Natta” del Consiglio nazionale delle ricerche. Ecco i dettagli dalla viva voce degli autori di questa scoperta.

 

CovidArray è la nuova tecnologia per i test a tampone Covid-19

Una scoperta importante questa del CovidArray, un test fondato sulla metodica microarray capace di rilevare la presenza di RNA virale di Covid-19 anche quando la carica virale è bassa.

Importantissimo per evitare che qualche soggetto possa risultare negativo al Covid-19 quando invece non lo è e così diffondere il virus. Questa ricerca è stata pubblicata sulla rivista medico-scientifica Sensor. Francesco Damin, uno dei ricercatori, ha così spiegato l’innovazione tecnologia del nuovo test:

Il metodo si basa sull’immobilizzazione di frammenti di DNA sulla superficie di lastrine di silicio rivestite con un polimero funzionale, in grado di legarsi all’acido nucleico del virus ottenuto dopo l’estrazione dal tampone. La positività del test è rilevata grazie ad un marcatore fluorescente. L’elevata sensibilità di CovidArray, combinata con un metodo di estrazione dell’RNA virale, alternativo alla metodica standard attualmente in uso, consente di ridurre i risultati falsi negativi e il tempo di analisi a circa 2 ore“.

Unico scoglio da superare per questo nuovissimo metodo per i test a tampone Covid-19 è la quantità analizzabile. Per ora si riescono ad esaminare fino a 16 campioni alla volta. Una differenza sostanziale se messa a confronto con la quantità attualmente possibile con i test classici. Tuttavia, a detta dei ricercatori, non pare essere uno problema insormontabile.

Tra l’altro CovidArray è in grado di riconoscere anche le differenti varianti del Covid-19 identificandole una per una. Insomma una bella scoperta questa che potrebbe non solo evitare che falsi negativi diffondano il Covid-19, ma anche individuare possibili varianti che oggi preoccupano molti. Inoltre i tempi per avere il risultato del tampone sono relativamente brevi, si parla di 2 ore.

Intanto in Italia, nelle terapie domiciliari, un gruppo di medici stanno utilizzando 2 farmaci contro il Covid-19 molto efficaci con risultati davvero soddisfacenti.

FONTEle Scienze