Tesla, Autopilot, Tesla Vision, Model S, Model 3, Model X, Model Y, Elon Musk

Tesla ha ufficializzato l‘addio all’utilizzo dei Radar su Model 3 e Model Y. La tecnologia sarà sostituita da “Tesla Vision“, un sistema ritenuto più efficiente dall’azienda di Elon Musk e sviluppato insieme al Full Self Driving.

Grazie a questo passaggio, le nuove vetture potranno contare su un sistema completamente basato su telecamere. Il radar era utilizzato su Model 3 e Model Y per controllare l’ambiente circostante alla vettura e rilevare possibili ostacoli.

Il brand californiano, invece, vuole continuare la transizione verso Tesla Vision che si basa sulla visione computerizzata. La scelta di partire con questi due modelli è legata al loro successo e alla loro diffusione. Questo permetterà all’azienda di raccogliere più velocemente tutti i dati necessari ad effettuare il passaggio su tutta la gamma.

 

Tesla sta eliminando i radar dalle proprie vetture

Il cambiamento di tecnologia si ripercuoterà direttamente sulle funzionalità Autopilot. Infatti, i dati provenienti dalle telecamere ottiche sono integrati con i sensori ad ultrasuoni e analizzati con le reti neurali. Questo permetterà di riconoscere meglio gli ostacoli in base alle forme dei veicoli ed intervenire di conseguenza.

Durante la prima fase della transizione da una tecnologia di rilevamento all’altra, Tesla limiterà alcune funzionalità. In particolare la funzione di Autosteer durante l’Autopilot funzionerà solo se il veicolo viaggia sotto i 120km/h. Il produttore inoltre conferma che Smart Summon e Emergency Lane Departure Avoidance potrebbero non essere attive al momento della consegna dell’auto.

Il nuovo sistema Tesla Vision sarà presente in tutte le Model 3 e Model Y consegnate a partire da maggio 2021. Inizialmente sarà interessato il mercato Nord Americano e in seguito tutti gli altri. Le nuove funzionalità e la rimozione delle limitazioni sarà garantita tramite aggiornamento OTA.