whatsapp-trasferimento-cronologia-chat-sim-numeri-diversi

WhatsApp in questi mesi sta continuando ad arricchire la sua app di messaggistica istantanea per renderla sempre più accattivante, ma soprattutto utile e pratica. Sarà forse per rendere più dolce il boccone amaro delle limitazioni da poco introdotte a chi non ha accettato le nuove condizioni sulla privacy? Non lo sappiamo, ma fatto sta che l’app del Gruppo Facebook matura sempre di più. Alcune indiscrezioni pubblicate da WABetaInfo hanno rivelato che WhatsApp è al lavoro su una funzione che ci faciliterà la vita.

Una soluzione che gli utenti troveranno geniale e molto funzionale. Anche perché di questi tempi e con tutte queste opportunità di nuove tariffe cambiare numero o avere due non è poi una situazione così remota. Vediamo insieme cosa WhatsApp ha in mente di implementare nella sua app.

 

WhatsApp e il trasferimento della cronologia della chat

Ad annunciare la novità che da alcuni giorni è ai test di WhatsApp è stato come al solito il canale di WABetaInfo. Con un tweet ha rivelato una funzionalità che, se sarà implementata sull’app, ci semplificherà la vita. Ecco il post.

Il titolo è rivelatore: “WhatsApp per supportare la migrazione della cronologia chat a un numero di telefono diverso!”. Poi il messaggio continua: “WhatsApp sta lavorando a una soluzione per migrare la cronologia chat tra iOS e Android, anche con un numero di telefono diverso, per un futuro aggiornamento!”.

In pratica, dopo aver scoperto che WhatsApp è al lavoro per supportare il trasferimento delle chat da iOS ad Android e viceversa, oggi scopriamo che sta pensando anche alle SIM.

Infatti, grazie a questa funzionalità, sarà possibile trasferire la propria cronologia da una SIM a un’altra con un numero differente. In altre parole da un numero ad un altro. Pensiamo a chi decide di cambiare numerazione per diversi motivi, oppure che per lavoro o esigenze personali viaggia regolarmente con due SIM.

Insomma si tratta di una nuova funzione davvero utile e interessante che in molti apprezzeranno. Ovviamente, come già anticipato, tutto questo è ancora ai test e non sappiamo quando sarà rilasciato l’aggiornamento per tutti gli utenti.

FONTEWABetaInfo