contatori modificati

Di solito, gli italiani non sono per niente contenti di pagare le tasse. Naturalmente, però, hanno l’obbligo di farlo, altrimenti non potrebbero accedere a dei servizi estremamente utili per mettere in moto la loro abitazione, e uno di questi è l’energia elettrica.

Ci sono state diverse occasioni in cui tanti truffatori hanno fatto ricorso a dei metodi non proprio legali per andare a modificare gli apparati di misurazione. Infatti, a Roma, nell’ultimo periodo sono stati fatti diversi arresti, e questi erano tutti dovuti alla manomissione di moltissimi contatori.

Il motivo principale per cui venivano fatte queste manovre erano quelle di andare ad abbassare o, in casi ancora più gravi, azzerare il costo delle bollette. Di fatto, le aziende che hanno subito maggior danno da queste truffe sono state Enel e Acea.

Contatori modificati: la truffa sembra essere molto efficace, ma non fino infondo

La tecnica che viene più utilizzata per far sì che tutto ciò possa avvenire è quella del magnete. Quest’ultima prevede il posizionamento di un grosso magnete di fianco o sopra il contatore. Dopodiché, vedremo l’apparato di misurazione andrà a rallentare o bloccare i suoi giri. In questo modo, andrà a segnalare dei consumi decisamente minori rispetti a quelli fatti normalmente.

Successivamente, in seguito a varie perquisizioni, sono stati trovati degli oggetti molto particolari in dotazione alle aziende. Parliamo ovviamente di misuratori, punzonatori e rilevatori, i quali servono essenzialmente per effettuare delle manovre non proprio consone sui contatori. Questo stava a dimostrare che i tecnici presenti sul campo erano d’accordo con i truffatori.