bonifici-bancari-controllo-fisco

Una mazzata del Fisco per gli italiani. E’ sempre più vicino infatti lo sblocco definitivo delle cartelle esattoriali da parte dell’Agenzia delle Entrate. A seguito della stagione pandemica, nel corso delle prossime settimane a più di un anno di distanza potrebbero riprendere le spedizioni delle tasse arretrate.

 

Fisco, possibile la ripresa delle cartelle esattoriali in estate

L’attuale deadline per il blocco dei pagamenti inerenti il Fisco è quella del 31 Maggio. Questa data è stata più volte spostata in avanti negli ultimi mesi. L’ultima proroga, con data fissata al 31 Maggio, risale allo scorso 30 Aprile. Le indiscrezioni da ambienti governativi parlano di questa scadenza come quella ultima per l’invio delle cartelle esattoriali.

Lo stop all’invio delle cartelle esattoriali nelle case degli italiani è stato giustificato dalla grave situazione pandemica che ha colpito diversi e svariati settori dell’economia del Paese.  Il blocco dei pagamenti verso il Fisco ha favorito sia le Partite IVA  sia privati cittadini.

I numeri del Fisco sono davvero considerevoli. Le cifre dell’Agenzia delle Entrate non sono mai state così alte. Per le prossime settimane, infatti, sono previste ben 50 milioni di cartelle esattoriali da inviare nelle case degli italiani. Il totale di cittadini interessati per questo provvedimento è pari a 9 milioni. 

Le operazioni di spedizione delle cartelle esattoriali da parte del Fisco potrebbero partire quindi già dal prossimo mese di Giugno. Il piano strategico dell’Agenzia delle Entrate è già pronto: l’ente si avvarrà infatti del supporto logistico di Poste Italiane. La spedizione delle cartelle occuperà un arco di tempo molto ampio, presumibilmente dall’estate sino al mese di Dicembre.