canone rai

Una delle utenze che il popolo italiano si ritrova da sempre a pagare più malvolentieri è senza ombra di dubbio il Canone Rai, la tassa sulla televisione ad uso privato è infatti vista di cattivo occhio dal momento che applicata di default senza la possibilità di scelta da parte dei contribuenti.

Tale contesto poi, ha visto l’inasprimento dei rapporti con lo Stato a causa della nuova politica che prevede il pagamento del canone attraverso un supplemento della quota direttamente nella bolletta della luce, cosa non gradita dalla popolazione.

Ovviamente quanto descritto, ha fatto nascere un forte desiderio di accedere ad agevolazioni o esenzioni, divenute oggetto del desiderio di ogni utente, cosa che li ha resi il cavillo perfetto per inscenare dei phishing bancari a dir poco letale.

 

Phishing Rai

In questo caso il phishing si spaccia indebitamente per una comunicazione ufficiale da parte dell’Agenzia delle Entrate, che avviserebbe l’utente della possibilità di ottenere un rimborso sul Canone a causa di un errato calcolo dell’imposta da pagare.

Ovviamente nulla di più falso, infatti il link indicato in basso per accedere al rimborso bancario, vi rimanderà ad una falsa area di accesso ufficiale dove le vostre credenziali bancarie, verrebbero rubate in pochi secondi, con esiti ovviamente poco gradevoli per il vostro conto, che verrebbe prosciugato in pochi minuti.

Il consiglio è quello di avere occhio scettico e dubitare di questo tipo di messaggi, dal momento che gli enti governativi non usano certamente canali di comunicazione non certificati per mandare delle notifiche ai contribuenti.