Apple Music sta testando una nuova qualità audio per battere Spotify e tutte le altre piattaforme della concorrenza.

L’aggiornamento arriverà il mese prossimo. La nuova qualità audio consentirà agli artisti di creare canzoni in Dolby Atmos senza alcun costo aggiuntivo per gli utenti. Il nuovo servizio sarà inclusi in tutti gli abbonamenti già esistenti di Apple Music. Ad esempio, altri servizi come Tidal richiedono agli utenti di pagare un extra per usufruire di una qualità audio migliore di quella standard.

“Migliaia” di canzoni saranno disponibili nelle versioni con audio surround. L’azienda ha promesso di aggiungerle in continuazione. Per aggiungerne così tante, i produttori devono adottare suoni o strumenti specifici per mixare e rendere fruibili le nuove opzioni audio. L’aggiornamento sarà disponibile per impostazione predefinita tramite AirPods o Beats con chip H1 o W1 di Apple o tramite gli altoparlanti integrati sui più recenti iPhone, iPad e Mac.

Apple Music: aggiornamento in arrivo con una qualità audio senza precedenti

Fino ad ora, sia Apple Music che altre piattaforme – tra cui Spotify – hanno sempre offerto canzoni in versione “lossy“. Questa variante di qualità audio tenta di occupare meno spazio di archiviazione comprimendo i brani. Ciò significa che il rischio di compromettere parti dei file è alto. Apple ha dichiarato che gli oltre 75 milioni di brani presenti sulla piattaforma saranno disponibili in versioni prive di qualsiasi compressione dei file.

Gli utenti potranno scegliere quanto vogliono che la loro musica sia autentica, senza alcuna modifica, compressione e riduzione della qualità. La qualità dei brani su Apple Music varia da qualità CD fino a “Hi-Resolution Lossless” ed è modificabile direttamente dalle Impostazioni dell’app. Anche Spotify sta lavorando alla possibilità di ascoltare brani in qualità HiFi, mentre Amazon sta introducendo il proprio Amazon Music HD. Tuttavia, la qualità del suono che introdurrà Apple batte la concorrenza. “Apple Music come la conosciamo sta per cambiare per sempre”.