monete rareCi sono tantissimi italiani che hanno custodite in casa loro anche delle vecchie Lire. All’apparenza può sembrare un qualcosa privo di significato, di fatto, molte persone se ne sono ritrovate tantissime nella loro abitazione, ma non tutti sono a conoscenza del fatto che alcune di queste monete rare possono valere veramente un mucchio di denaro.

Infatti, svariate persone pensano che oltre al valore prettamente affettivo queste monete non hanno alcun valore ma, come detto prima, non è così. Scopriamo di seguito quali sono le vecchie Lire del passato che oggi possono valere davvero una fortuna.

 

 

Monete rare: la 100 lire Minerva vale una fortuna

Tra le vecchie Lire che valgono tantissimo abbiamo la 100 lire Minerva, la quale chi avrà vissuto in quei tempi avrà visto sicuramente una volta. Tuttavia, c’è da dire che non tutti gli esemplari vengono considerati rari e appetibili a possibili acquirenti. Di fatto, quella del 1956, vale solamente 10 euro perché all’epoca ne vennero coniate quasi 100 milioni, quindi non un numero basso. La stessa identica moneta, se coniata invece nel 1955, vale più di 1000 euro.

C’è da specificare, però, che se si vuole ottenere una cifra molto alta dalla vendita, la moneta deve essere praticamente perfetta, senza alcuna macchia o segni di logorio. Se ciò non dovesse essere così, e dovesse avere qualche imperfezione varia, il valore scendere al di sotto dei 700 euro. In più, averla in condizioni non proprio buone, potrà farvi ricavare appena 100 euro, ma non è difficile che la moneta sia molto rovinata, poiché la sua struttura non lo consente.