amazon-guadagni-stellari-pandemia

Che la pandemia abbia favorito business come Amazon non è una novità, ma sicuramente nessuno si aspettava questi numeri. Il colosso, durante la presentazione dei dati finanziari, ha mostrato come negli ultimi 12 mesi ha ottenuto profitti più altri dei tre anni precedenti messi insieme. Un record probabilmente inarrivabile se non tra moltissimi anni.

Amazon, dall’aprile 2020 al 31 marzo 2021 ha raggiunto 26,9 miliardi di dollari di profitto, quindi al netto delle spese. Dal 2017 al 2019 invece aveva avuto un profitto comune di 24,7 miliardi di dollari. Altri dati importanti riguardano i primi tre mesi di quest’anno dove le vendite sono state di 108,5 miliardi di dollari. Questi numeri sanciscono il 78 trimestre di fila di guadagni in crescita, e anche il balzo più grande.

 

Amazon i numeri della pandemia

Ci sono altri record aiutati proprio dai mesi di pandemia globale, come gli iscritti ad Amazon Prime che hanno raggiunto ben 200 milioni, ma non solo. Anche gli altri servizi offerti e poco conosciuti al consumatore comune hanno visto un aumento, come la divisione cloud con una crescita del 32% che è risultato essere il 12% dei guadagni totali del colosso.

Nonostante questi numeri spaventosi, Amazon continua ad essere al centro di rumorose proteste causate dal trattamento della compagnia nei confronti dei dipendenti, soprattutto negli Stati Uniti e soprattutto nei confronti di quelli che lavorano nei magazzini o i corrieri. Detto questo, finalmente sembra aver annunciato di dover alzare la paga oraria per chi lavora nella logistica, proprio il gruppo più bistrattato. Un piccolo sforzo in confronto a i numeri appena letti anche se si parla di un aumento del 25%.