drone-a-vela-scomparso-antartide

Nel 2019 una compagnia di San Francisco aveva in mente un progetto, studiare le popolazioni di krill nelle acque dell’Antartide. Per farlo hanno usato un drone a vela, ma c’è stato un problema. A causa di un iceberg, poco dopo il lancio è stato perso il segnale e l’imbarcazione autonoma è sparita.

Dopo quasi due nani questo drone è stato finalmente ritrovato con sorpresa ovviamente visto che ormai nessuno ci sperava più. Si è spiaggiato su una spiaggia dell’Australia, a Waratah Bay Surf Beach, a oltre 3.000 chilometri dal continente ghiacciato, anche se c’è da dire che è partito dalla Nuova Zelanda.

 

Il drone a vela torna a casa dopo due anni

È stato trovato alle sei del mattino che ha trovato questo drone dall’aspetto particolare. La sua testimonianza: “Uno dei soccorritori ha detto che sua cognata ha trovato qualcosa di divertente sulla spiaggia. Mi ha mostrato una foto e gli ho detto, ‘oh mio dio, che cos’è?’ Non ho mai visto niente di simile in vita mia. Mi aspettavo una carriola di grosse dimensioni, ma è lunga 8 metri. Non si muoverà tanto presto.”

drone-a-vela-scomparso-antartide

Chi l’ha ritrovato è riuscito anche a contattare la compagnia proprietaria che ha fornito le istruzioni per spostarlo dalla spiaggia andando addirittura a smantellarlo. Probabilmente si è fatto un lunghissimo giro per l’oceano prima di spiaggiarsi e a dimostrazione di questo è la popolazione di cirripedi che si sono attaccati allo scafo durante tutto questo tempo. Al momento non è chiaro se il drone abbia raccolto informazioni importanti nel frattempo e se anche fosse, i ricercatori avranno moltissimi dati da visionare.