assassin's-creed-serie-tv

Netflix ha deciso di lanciarsi sempre più a fondo nell’universo dei videogiochi, in modo da avvicinare una fetta di pubblico più giovane alla piattaforma. Assassin’s Creed è il prossimo obiettivo, dopo la recente decisione di investire in ben due produzioni a tema Resident Evil. La serie prevista avrà degli attori in carne ed ossa. Vediamo tutti i dettagli nel paragrafo successivo.

Assassin’s Creed, Netflix investe su una serie basata sul videogioco

La strategia di Netflix dopo l’avvento di Disney+, è stata quella di riempire il proprio catalogo con serie di animazione giapponesi, i cosiddetti anime. Adi Shankar, uno dei maggiori produttori di anime, i quali sono della portata di Castelvania, ha in mano un nuovo progetto. Questa volta non si tratta di una serie di animazione, ma proprio della serie di Assassin’s Creed. Gli attori saranno reali, ma ancora non conosciamo i dettagli della trama.

Era il 2007 quando Ubisoft lanciava per la prima volta il gioco di Assassin’s Creed per la PlayStation 2. Da quel momento, la casa sviluppatrice ha dato il via a una saga che tutt’oggi non è ancora terminata. In passato è stato realizzato anche un film a tema, che però non ha avuto un grandissimo successo.

Circa la lavorazione, si è espresso Aymar Azaïzia, responsabile dei contenuti del brand di Assassin’s Creed:

È ancora in lavorazione, sarà a cura dei ragazzi che hanno dato vita al programma televisivo Raving Rabbids e che hanno anche annunciato la serie animata di Far Cry. Il team di autori si sta concentrando su questo, ora.

All’attuale non è possibile determinare una data di uscita della serie, ma continuate a seguirci per i futuri aggiornamenti!

Gilda Fabiano
Mi chiamo Gilda Fabiano e sono nata all'inizio degli anni 90, decade che ha condizionato interamente la mia vita. Amo infatti la musica di quel periodo, dal grunge al pop, alla discutibilissima musica disco. Amo gli horror di ogni genere e sin da molto piccola ho iniziato a scrivere. Dapprima storie fantastiche e naturalmente horror, poi poesie, filastrocche, per arrivare ai fumetti. Amo cantare e sono passata a lungo anche attraverso la musica, soprattutto il jazz, ma anche questo influenza da sempre la mia scrittura. Ho iniziato ad apprezzare e scrivere articoli al liceo, quando per un progetto con la scuola, ho portato l'inchiesta sul fosforo bianco a Falluja, con il grandissimo aiuto di Sigfrido Ranucci. Nel 2017 ho deciso di avviarmi alla carriera di sceneggiatrice (per fumetti e non) iscrivendomi alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Durante questo percorso ho intrapreso diverse collaborazioni come articolista e recensore per riviste come Città Nuova, rivista online e cartacea di Roma, e il blog di recensioni cinematografiche chiamato Spoilers & PopCorn,. Oltre a collaborazioni come soggettista e ghost writer per diverse aziende ho anche pubblicato una storia breve a fumetti per la giovane casa editrice Bugs Comics. Continuo a scrivere poesie e racconti e da poco ho intrapreso la collaborazione con Tecnoandroid, di cui sono entusiasta!