WhatsApp

WhatsApp ormai ha i riflettori puntati contro. Dopo il privacy gate riesce a regalare sempre nuove avventure ai suoi utenti. Ora è il momento di un concorso che promette in regalo buoni spesa da 100 euro da spendere per un acquisto nel noto sito di e-commerce Amazon o con una spesa da Esselunga e Coop. Ci sarà da fidarsi? Tranquilli ve lo diciamo noi di Tecnoandroid.

 

WhatsApp e i buoni in regalo per Amazon, Esselunga e Coop

Neanche il dubbio dovrebbe venire pensando ad un concorso che si sta diffondendo su WhatsApp per ricevere in regalo dei buoni dal valore di 100 euro. Sfruttando nomi importanti come Amazon, Esselunga e Coop i cybercriminali tentano la strada del furto dei dati personali.

In realtà sotto certi aspetti non è poi così difficile cascarci. Infatti il messaggio inoltrato tramite WhatsApp da qualche contatto in buona fede riporta i loghi originali delle aziende menzionate. L’iniziativa è frutto di un evento quale un anniversario o il raggiungimento di un record particolare. Il link contenuto porta ad una pagina che propone una sorta di gratta e vinci. Peccato però che i pochissimi fortunati saranno tutti quelli che vi parteciperanno. In questo modo si viene obbligati a inserire i propri dati personali per ricevere la vincita.

Altra modalità è la semplice partecipazione a un’estrazione a premi. Partecipare, secondo le istruzioni del messaggio di WhatsApp, è semplice. Basta solo rispondere alle domande di un questionario e attendere l’esito della finta lotteria. In sostanza i dati vengono inviati ai cybercriminali, ma i buoni spesa Coop non arriveranno mai.

 

Come proteggersi da queste truffe

Molti ci stanno domandando come possono proteggersi da queste truffe. Qualche giorno fa abbiamo pubblicato un articolo con sei consigli pratici su come difendersi dalle truffe Luce Gas. Ora vediamo come non cadere vittima di questi messaggi diffusi su WhatsApp:

  1. mai cliccare su un link indicato in un messaggio WhatsApp anche se ad inviarlo è stato un contatto presente in rubrica e quindi fidato;
  2. verificare sul sito ufficiale delle aziende che starebbero regalando un buono spesa se l’iniziativa è reale;
  3. guardare bene il link indicato sul messaggio di WhatsApp per capire se può verosimilmente essere quello corretto;
  4. evitare di inserire dati personali in qualsiasi modo quali numero di cellulare, email, nome e cognome, numero di carta di credito e conto corrente.
VIAVia