Luce e Gas

Le truffe Luce e Gas sono sempre dietro l’angolo. Più precisamente dietro la porta o al telefono. Insomma, dovunque arrivi una sedicente proposta miracolosa che permette consumi esageratamente bassi c’è da fare molta attenzione. Ma anche nel caso in cui possa sembrare una soluzione seria occorre prendersi del tempo e non cedere ad un contratto fatto di fretta e furia sul momento. Ecco 6 pratici consigli per riconoscere un raggiro e non caderne vittima.

 

Le offerte porta a porta o tramite call center di Luce e Gas non sono vantaggiose

Un dato interessante che arriva dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, altresì detta ARERA, svela una verità che dovrebbe far riflettere. Incredibilmente le tariffe di Luce e Gas attivate tramite call center o porta a porta non solo sono meno trasparenti, ma risultano le più care in assoluto.

Al contrario, attivare online un’offerta permette un risparmio annuale sulle bollette di circa 200 euro. Questo anche perché le persone coinvolte in nel lavoro sono molte meno rispetto a quelle che fisicamente chiamano o visitano i potenziali clienti.

 

6 consigli per dire addio alle truffe

Esistono 6 pratici consigli in grado di aiutare chiunque a non cadere vittima delle pressioni di operatori porta a porta o call center. Questi permetteranno all’utente di non diventare vittima di pericolose truffe.

  1. Nessuno può conoscere i vostri consumi di Luce e Gas. Di conseguenza è bene non credere a frasi come: “Da quanto vedo con i suoi consumi scegliendo la nostra tariffa potrebbe risparmiare…” oppure “Incredibile quanto sta pagando attualmente, troppo caro, non sa che…”. Dietro affermazioni del genere si nasconde quasi sempre un doppio fine.
  2. Attenzione ai finti call center. Esistono infatti sedicenti operatori che si spacciano per consulenti. In realtà sono addestrati a ricavare informazioni personali del malcapitato per chiudere un contratto Luce e Gas. Se si fa insistente e usa frasi difficili da comprendere meglio chiudere la conversazione.
  3. Mai rispondere a domande chiuse. Evitare assolutamente di dire o no. Questo eviterà all’utente di trovarsi un contratto attivato a sua insaputa.
  4. Meglio non fornire dati personali a call center o operatori porta a porta. Codice delle bollette, IBAN e Codice Fiscale sono informazioni da non comunicare direttamente. Il rischio è quello di essere truffati.
  5. Prendersi un paio di giorni per pensare. Tecnica indispensabile per non cadere vittima di un raggiro. Spesso la fretta in questi casi è cattiva consigliera. Prendersi alcuni giorni per leggere bene il contratto prima di attivare un’offerta Luce e Gas è importantissimo.
  6. Attenzione ai forum online. È vero che sottoscrivere un’offerta direttamente dal sito del provider è vantaggioso, ma ci sono anche altri canali interessanti. Tuttavia occorre ricordarsi di non indicare mai il proprio numero di cellulare se non si vuole finire nelle mani dei call center che chiamano a tutte le ore del giorno.

 

Nonostante gli aumenti di aprile si può risparmiare sulle bollette, ecco come

Insomma, un piccolo vademecum in grado di aiutare a resistere alle pressioni di chi propone una truffa.

Tuttavia a molti stanno pesando i rincari sulle bollette e fine mese diventa sempre più difficile arrivarci, ma una soluzione c’è. Chi desidera risparmiare nonostante i recenti aumenti di Luce e Gas, può trovare fantastici consigli in un nostro articolo cliccando su questo link. Buona lettura.