Extraterrestri

“Se avessi rivelato quello che sto dicendo oggi cinque anni fa, sarei stato ricoverato in ospedale”. Così ha giustificato il suo silenzio durato per anni Haim Eshed, ex capo della sicurezza spaziale dello Stato ebraico. Ma cosa avrebbe tenuto per sé l’uomo che oggi ha 87 anni? Gli extraterrestri esistono. Addirittura Israele con gli Stati Uniti sarebbero già in comunicazione con gli alieni. Questo grazie a una “federazione galattica“. “Loro” ci sono e desiderano farsi conoscere.

Addirittura secondo quanto dichiarato da Eshed, anche Donald Trump ne è a conoscenza. Bisogna vedere se loro, gli extraterrestri, lo hanno conosciuto bene e vogliono far sapere di avere rapporti interpersonali con l’ex Presidente degli Stati Uniti. Scherzi a parte, o quasi, ecco tutti i dettagli dell’intervista che il professore emerito ha rilasciato al quotidiano Yediot Aharonot.

 

Gli extraterrestri esistono, parola di Eshed e Trump

Se a confermare ciò che Eshed ha dichiarato c’è Donald Trump allora siamo proprio in una botte di ferro. Il professore, avendo raggiunto una bella età, avrebbe raccontato tutto perché, a suo dire, ormai non ha più nulla da perdere. Aggiungiamo che, dopo gli anni di presidenza a cui abbiamo assistito, anche Trump non ha nulla da perdere. Ma lui non ha ancora rilasciato dichiarazioni su una sua conoscenza in merito all’esistenza degli extraterrestri. Sarà ancora impegnato a riguardare le schede elettorali che hanno assegnato la vittoria a Biden.

Tornando agli extraterrestri in riferimento alla famigerata “federazione galattica”, di cui si è venuti a conoscenza solo ora, Eshed avrebbe detto: “Non è un caso che Donald Trump abbia lanciato una forza armata durante il suo mandato dallo spazio. Gli extraterrestri comunque hanno aspettato fino ad oggi che l’umanità si sviluppasse e raggiungesse uno stadio in cui capiremo, in generale, cosa sono lo spazio e le astronavi“.

Nessun commento arriva dalla Casa Bianca. La NASA tuttavia ha precisato che “sta esplorando il sistema solare e oltre per aiutarci a rispondere a domande fondamentali, incluso se siamo soli nell’universo“.

Insomma una notizia sensazionale che merita di essere seguita per vederne ulteriori sviluppi. Nel caso una sana risata non ha mai fatto male. Nel frattempo la NASA ha pronta una missione per deviare asteroidi pericolosi che potrebbero colpire la Terra. Chissà se può essere utilizzata anche contro gli extraterrestri se dovessero rivelarsi una minaccia. Tanto non c’è nulla di cui preoccuparsi, se Trump lo sa, allora siamo tutti al sicuro.

VIAVia