Apple, Apple Store, iPhone 12, iPhone 13, Apple Watch, iPad Pro, keynoteApple sta testando l’Apple Watch per valutare la sua capacità di rilevare il Covid-19. Un dispositivo – tra l’altro già sul mercato – che rileva il Coronavirus in tempo rappresenterebbe una svolta importante.

L’azienda ha collaborato con l’Università di Washington e il Seattle Flu Study per il progetto, secondo macrumours. L’obiettivo è capire se le informazioni raccolte possono effettivamente rilevare i primi segni di eventuali malattie, come il Coronavirus e l’influenza. I partecipanti di questo studio vivono a Seattle, hanno almeno 22 anni, un iPhone 6s o superiore e testeranno i loro smartwatch per un totale di sei mesi.

Tutti i partecipanti allo studio indosseranno l’Apple Watch giorno e notte, per raccogliere dati sulla salute e le attività svolte. Risponderanno quindi alle domande del sondaggio nell’app Apple Research del loro iPhone sul loro stile di vita e sui sintomi respiratori, ogni settimana e ogni mese.

Apple Watch: nuovi studi per rilevare il Covid-19 con un semplice smartwatch

Se si ammalano, gli verrà fornito un tampone nasale da sottoporre a casa e verrà chiesto di adottare ulteriori misure sanitarie utilizzando l’Apple Watch. “I ricercatori del Seattle Flu Study e dell’Università di Washington stanno collaborando con Apple per capire come i dispositivi di tutti i giorni, come un Apple Watch o un iPhone, possono essere utilizzati per prevedere le malattie”, dichiara l’università.

Un precedente studio indipendente su centinaia di operatori sanitari del Monte Sinai ha dimostrato che un Apple Watch può prevedere l’insorgenza di Covid-19. Per l’esattezza, può farlo sette giorni prima della diagnosi, cosa che questo studio potrebbe confermare. I cambiamenti nella variabilità della frequenza cardiaca – misura rilevata dall’Apple Watch – identificano e prevedono se un paziente è infetto.