3G

È di fondamentale importanza servirsi di una connessione efficiente, ed è infatti molto utile avere una velocità che possa soddisfare l’esigenze che richiede l’utente. Tuttavia, c’è da specificare un dettaglio molto importante, ossia che un incremento di velocità comporta obbligatoriamente l’esclusione di qualche altro elemento. L’elemento in questione è il 3G, che, con l’arrivo delle reti di nuova generazione, ha davvero il tempo contato. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

 

3G addio: la rete di terza generazione avrà vita breve

Sembra proprio che la rete di terza generazione sia pronta ad abbandonarci, e questo è dovuto in special modo all’arrivo del 5G, che ha abbattuto la concorrenza delle connessioni precedenti. Purtroppo, il 3G va ad occupare uno spazio che deve essere investito diversamente, andando a rallentare indirettamente il processo d’inserimento del 5G.

La discussione, quindi, pare che non riguardi solo velocità, ma anche un uso poco frequente della rete. Di fatto, anche il 4G è una rete che da qui a qualche anno chiuderà i battenti. Discorso che non va ad interessare però il 2G, il quale è ancora molto utilizzato in alcuni ambiti, come la gestione di allarmi e sistemi di sicurezza.

Dal 2021, tutti i gestori telefonici andranno a spegnere in maniera graduale questa linea, in modo tale che il 5G riesca ad avere un raggio d’azione sempre più ampio, anche perché ci sono già molti smartphone che lo stanno implementando. Inoltre, c’è anche il 6G in arrivo. Quindi, è opportuno che già da questo momento si inizi a fare spazio all’innovazione.