Lucifer

Non ci sono buone notizie in prospettiva per gli appassionati di Netflix. Dopo che si sono susseguite numerose voci in merito negli scorsi mesi, la piattaforma streaming sembra essere ora decisa a contrastare la politica degli account condivisi. Proprio nelle ultime settimane, sono partiti controlli a tappeto degli sviluppatori per verificare il corretto utilizzo dei profili.

 

Netflix, parte la dura battaglia contro la condivisione degli account

Dallo scorso mese di Marzo, arrivano tante segnalazioni da parte di utenti Netflix con problemi in fase di login. Un messaggio sembra essere divenuto l’incubo quotidiano del pubblico. Il messaggio di errore è il seguente: Se non vivi con il titolare dell’account, ti serve un tuo account per continuare a guardare Netflix. È il tuo account? Ti invieremo un codice di verifica”

Questa comunicazione interessa i clienti Netflix colti in flagrante dagli sviluppatori. Una volta visualizzato il messaggio di errore, gli accessi alla piattaforma streaming saranno accessibili solo da dispositivi connessi ad una determinata rete.

Allo stato attuale, la ricerca e la limitazione degli account condivisi riguarda soltanto poche migliaia di utenti, ma tutto lascia presagire ad un futuro aumento della platea già nelle settimane a venire.

Stando alle attuali condizioni contrattuali di Netflix la pratica dell’account condiviso è fermamente vietata. Gli utenti possono utilizzare il loro profilo soltanto condividendo contenuti con persone inserite nel proprio nucleo domestico. Al netto delle regole imposte da Netflix però questa pratica è ancora molto popolare: le ultime rilevazioni degli sviluppatori segnalano come il 30% dei clienti abbia o stia condividendo il suo account.