diesel

Il 2020 e il 2021 sono stati due anni, finora, all’insegna dei bonus e degli incentivi per il passaggio a veicoli meno inquinanti, nel dettaglio parliamo di Diesel e Benzina Euro 6 e vetture elettriche total o plug-in, il governo italiano ha infatti bandito numerosi bonus per aiutare i contribuenti nel passaggio, tra cui anche uno dedicato ai monopattini elettrici, con l’ombra green posta al centro delle operazioni.

Negli ultimi mesi però, le varie associazioni di categoria e le stesse case automobilistiche, hanno sottolineato a più riprese la necessità di rifinanziare gli incentivi, dal momento che risultano indispensabili per non far bloccare uno dei mercati più in difficolta, il quale deve continuare a muoversi soprattutto per favorire lo svecchiamento del parco auto della Nazione.

Al momento però non sono giunte notizie dall’Esecutivo, ed i fondi stanziati per gli incentivi di terza fascia stanno per terminare.

Fondi al limite

Attualmente dei 250 milioni stanziati, ne sono rimasti circa 12, mentre per quanto riguarda le auto elettriche i liquidi disponibili sono un po’ più nutriti, un segnale importante, che indica come l’utenza sia ancora orientata verso i motori tradizionali piuttosto che gli elettrici, i quali però potrebbero abbattere di molto l’impatto ambientale della motorizzazione.

Il mercato delle elettriche procede molto più lentamente, infatti per le auto elettriche e ibride che rientrano nelle fasce di emissioni 0-20 g/km e 21-60 g/km, sono stati usati solo 42 milioni di euro a fronte di uno stanziamento di ben 120 milioni avvenuto nel 2021, dettaglio importante soprattutto alla luce delle nuove politiche ambientali riguardanti i motori diesel.