SiriSiri è protagonista di un brevetto registrato da Apple in questi ultimi giorni. Il colosso sempre a lavoro sui suoi dispositivi e sul miglioramento delle tecnologie che consentono agli utenti di sfruttarli al massimo, sembra voler ancora una volta apportare delle modifiche all’assistente vocale Siri così da renderlo ancora più umano e inclusivo. 

Apple migliora Siri: l’assistente avrà nuove voci e potrà urlare e sussurrare in base alle circostanze!

 

Sono due le novità che riguardano l’assistente vocale di Apple. La prima sta per arrivare in quanto prevista insieme al prossimo aggiornamento. Si tratta di una novità che mira a una maggiore inclusività offrendo agli utenti la possibilità di impostare la voce di Siri autonomamente, eliminando così la voce preimpostata in quanto recentemente motivo di accuse di sessismo. Siri, dunque, potrà avere una voce maschile o femminile e sarà l’utente a decidere sfruttando le impostazioni. L’aggiornamento portatore della novità è iOS 14.5 attualmente in fase di test ma presto disponibile per tutti gli utenti Apple.

La seconda novità a cui si è fatto riferimento riguarda un’idea svelata da un brevetto depositato dal colosso che descrive la volontà di rendere Siri più “reale” grazie all’utilizzo di tecnologie che consentiranno di percepire l’ambiente e la circostanza in cui si trova l’utente così da gestire il tono di voce dell’assistente permettendogli di urlare o sussurrare tenendo conto dei rumori di sottofondo.

Quanto apparso in brevetto potrebbe essere introdotto prossimamente da Apple ma è ancora troppo presto per ritenere assicurato l’arrivo della novità. Non sempre, infatti, i brevetti sono destinati a diventare realtà.