truffeLe truffe che si stanno facendo largo online nell’ultimo periodo sono davvero subdole e riguardano quasi tutte il mail phishing. Inoltre, oltre a questo, i malfattori per rendere la truffa ancora più credibile, utilizzano i nomi delle principali banche italiane, come ad esempio Intesa Sanpaolo, BNL e Unicredit.

In questo modo, le mail che vengono inoltrate saranno, per l’appunto, più credibili e gli utenti cascheranno facilmente nella truffa. Ovvio che c’è sempre un qualcosa che ci fa capire che c’è comunque una situazione sotto poco chiara. Quindi, non prestiamo la dovuta attenzione.

Questo spinge i malfattori a comporre mail fittizie al fine ci rubare i dati del correntista, così da accedere al suo conto in maniera molto facile e dopo rubargli quanto più denaro possibile. Il metodo è molto semplice ed è anche efficace, dato che il malfattore spinge il possessore del conto a sbloccare il suo account con un link che gli viene fornito.

Banche: i correntisti di Unicredit, Sanpaolo e BNL colpiti duramente

Nel caso in cui andiamo sulla pagina che ci hanno fornito, verremo subito reindirizzati alla pagine fake della nostra banca. In tal modo, le vittime vengono indotte a cliccare sulla mail, mettendo loro alle strette e in condizione di sentirsi obbligati a inserire le credenziali del caso.

Molti si stanno chiedendo come è possibile difendersi, la risposta è molto semplice: prestare la massima attenzione e diffidare da queste mail. Il motivo? La banca non invierà mai e poi mai mail di questo tipo. Nel caso in cui dovesse accadere, controllate sempre la veridicità e l’attendibilità dell’indirizzo tramite web.