covidErano solo pochi i sospetti che erano emersi all’inizio del lockdown nel corso del 2020, ora che però con la pandemia ci conviviamo ogni giorno tutti gli studi si stanno andando a focalizzare principalmente su quello. Molte, infatti, sono le conferme che stanno arrivano, e tra queste altri sintomi. Di fatto, pare che ci sia un collegamento tra Covid e disturbi audio-vestibolari, e tra questi riguardano la perdita di udito, acufene e vertigini. Questi sono problemi che a volte nascono in maniera casuale, ma pare che ora siano un sintomo di Covid-19.

 

Covid: la lista dei sintomi si va ad allungare ulteriormente

Pare che l’International Journal of Audiology abbia scoperto che tra il 7% e il 15% di adulti a cui hanno diagnosticato il Covid hanno sperimentato questi problemi. In base ad alcuni rapporti, il Covid Lungo sarebbe una condizione per cui si sviluppano questi ronzii e dolori interni, i quali creano a loro volta vertigini e nausea.

Anche l’azienda italiana che sviluppa apparecchi acustici Amplifon si è espressa in merito. Di fatto, sembra che alcuni pazienti abbiano avuto una forte pressione alle orecchie, come quando si sta sott’acqua, e la causa sarebbe proprio l’infezione della tromba di Eustachio, la quale viene istruita. Inoltre, l’azienda consiglia di NON usare il cotton fioc, poiché potrebbe andare a peggiorare le cose. Cosa da fare è consultare un medico specializzato.

Allo stato attuale, questi sintomi del Covid sono dei disturbi molto rari e in fase di studio, ma si aggiungo però alla lunga lista di sintomi, tra cui febbre, tosse secca, perdita di gusto e olfatto, mal di testa, spossatezza, congestione nasale e problemi muscolari. Oltre a quelli non comuni ma accertati come macchie sulla pelle, lesioni vescicolari, orticaria e rash cutanei di diversa tipologia.

VIAesquire