Le chiamate al giorno d’oggi sono diventate uno strumento molto importante, sia dal punto di vista degli utenti che delle aziende, tramite questo strumento infatti, da un po’ di anni a questa parte è possibile anche stipulare contratti per accedere a determinate utenze, dal momento che esse hanno valore legale.

In tal contesto, può ritornare utile la possibilità di registrare quanto dichiarato o sentito durante una chiamata, sia poter magari verificare quanto dichiarato, sia per proteggersi da eventuali tentativi di truffa.

In Italia la legge consente di registrare le chiamate, a patto però che l’interlocutore venga prima informato al riguardo e accetti la cosa, altrimenti la pratica non è più ritenuta legale.

Registrare dunque le chiamate da qualunque operatore è fattibile, vediamo insieme come si fa.

Basta un’app

Per registrare le chiamate che effettuate basta semplicemente installare un’app apposita che farà tutto per voi, sul Play Store o sull’App Store ne potete trovare tantissime, una volta scelta quella che preferite vi basterà installarla e procedere a registrare tutte le chiamate che desiderate, ovviamente previo avviso all’interlocutore.

Per quanto riguarda Android un’ottima app utile allo scopo è CallRecorder, molto facile da usare e completa, il contro è che però è a pagamento, costa infatti 11,90€, se preferite invece una soluzione meno prestante ma a costo zero, RMC: Android Call Recorder è ciò che fa per voi.

Per iOS la situazione è un po’ più complessa dal momento che le app sono a pagamento, la migliore che vi segnaliamo è TapeACall al costo di 9,99 euro.

Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.