Amazon, clienti, lavoro, sciopero

Il più grande sito di e-commerce oggi presente al mondo è senza ombra di dubbio Amazon, la piattaforma creata da Jeff Bezos infatti, ha letteralmente conquistato il mondo mettendo al primo posto il cliente e soprattutto la sicurezza, infatti la politica di Amazon mette al in cima alle priorità sempre e comunque la protezione dalle truffe, garantendo il diritto al rimborso nella stragrande maggioranza dei casi.

Ovviamente tutto ciò ha reso Amazon una capo saldo dell’economia, legando al suo nome attributi di affidabilità e importanza, cosa che però a quanto pare, ha stuzzicato l’occhio dei truffatori, che ora sfruttano il buon nome del market di Bezos per cercare di truffare i clienti e appropriarsi dei loro account ove sono registrate le preziose carte di credito.

Il phishing è sempre dietro l’angolo

blank

Proprio in tal contesto, i truffatori sfruttano il buon nome di Amazon per scrivere mail di phishing puntando sulla fiducia che gli utenti ingenui possono offrire leggendo appunto il nome del famoso sito di e-commerce.

In questo caso la mail che sta circolando, si spaccia come un comunicazione di sospensione dell’account legata a problemi di fatturazione, invitando poi l’utente a cliccare sul link presente in basso per risolvere il problema.

Inutile stare a dire che si tratta del classico modus operandi del phishing, se infatti doveste cliccare su quel link, verreste mandati su una falsa pagina di accesso dove le vostre credenziali verrebbero copiate in un batter d’occhio dagli hackers.

Il consiglio che vi diamo è quello di avere un occhio molto scettico e di diffidare da questo tipo di comunicazioni, magari date un’occhiata ad un articolo apposito che abbiamo scritto per non cascare in questo tipo di truffe.