IPTV: cosa si rischia avendo Sky e DAZN quasi gratis ogni mese

La popolarità dei sistemi streaming IPTV è ancora molto alta nel nostro paese. Sono tanti gli appassionati di sport e calcio che, specialmente in questa stagione primaverile ricca di eventi e di appuntamenti televisivi, cercano di accedere a Sky senza costi aggiuntivi.

 

IPTV, quali sono i grandi rischi per chi sceglie lo streaming Sky

In Italia, l’IPTV è legato principalmente alla tecnologia dei “pezzotti” anche se negli ultimi mesi tanti utenti hanno accesso allo streaming illegale anche attraverso un utilizzo non lecito dei canali VPN. In giro per la rete – ora sulle chat di WhatsApp, ora sui canali di Telegram – circolano una serie di link utili per la visione di Sky e delle altre piattaforme senza un regolare abbonamento.

La promessa del risparmio spinge molte persone a scegliere la via dell’IPTV. Attenzione però a quelle che potrebbero essere le controindicazioni. In una serie di circostanze, infatti, gli utenti che scelgono lo streaming illegale potrebbero esporsi anche ad alcune truffe. Non è raro trovare persone che, dopo aver pagato una somma di abbonamento IPTV ad alcuni malintenzionati della rete, non hanno ricevuto alcun servizio in cambio.

L’occhio degli utenti deve essere poi puntato anche sui possibili rischi in sede civile e penale. La legislazione italiana è molto chiara e prevede per tutti coloro che si affidano all’IPTV una sanzione di 30mila euro oppure la reclusione sino a tre anni.

Un ultimo appunto relativo alle VPN. Ricordiamo che, sfruttata in modo legale, la VPN è un servizio consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.