blank

La connessione è importantissima per tutti i servizi che funzionano mediante essa. Infatti tutti voglio una velocità maggiore, ma tale incremento e sviluppo porta necessariamente al sacrificio di qualcosa. Questo è il caso del 3G, che con l’arrivo di nuove connettività ha i giorni contati.

3G addio: il 5G ha decretato la sua morte

Il 3G ha una vita ormai breve, segnata dall’arrivo del 5G, che sbaraglia tute le connessioni precedenti. La terza generazione ormai occupa solamente spazio e rallenta molti servizi, togliendo parte di economia per mantenerla, a un investimento che vedrebbe un picco impressionante per il 5G.

Quindi non è solamente una questione di velocità ma anche di scarso utilizzo, e sottrazione economica. Anche la sua sorella minore, il 4G comporta per questa generazione di connessione, la sua fine, fenomeno che stranamene non coinvolge il 2G, molto utile per alcuni servizi di allarme e sicurezza.

Dal 2020 tutti i gestori telefonici, andranno gradualmente a spegnere definitivamente questa linea per dare maggiore spazio all’applicazione del 5G, che in questo 2019 ha visto già molto spazio in molti marchi di smartphone. Ma la vera protagonista è il 6G, che non arriverà secondo molti prima del 2029-30.

Quindi coloro che usano ancora una vecchissima sim con abilitazione al 3G, ormai rare, sono consigliati di acquistarne una completamente nuova, che abbracci almeno la connessione 4G, per gli scettici che vogliono ancora aspettare una funzione globale del 5G.

Lo spegnimento sta per arrivare, mancano pochi mesi e quindi anno nuovo, sim e connessione nuova, per una velocità maggiore.

VIAtariffando