phishingSi sta facendo particolarmente insistente, negli ultimi tempi, la minaccia del phishing. Il phishing è una tecnica molto utilizzata per compiere truffe online e ha come obiettivo quello di mettere le mani sui dati personali degli utenti. Come detto negli ultimi giorni il rischio che i correntisti dei principali istituti cadano vittima di questo raggiro è molto alto; tra gli utenti più a rischio ci sono senza dubbio i titolari di conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit e BNL.

La situazione è piuttosto critica al punto da spingere la Polizia Postale a lanciare l’allarme e invitare gli utenti a prestare particolare attenzione. Questo genere di truffe online infatti è spesso subdolo e di difficile individuazione se non si conoscono determinate dinamiche. Scopriamo allora come imparare a riconoscere i casi di phishing.

Phishing: come riconoscere la frode

 

Il sistema utilizzato per il phishing è più o meno sempre lo stesso; il truffatore invia una mail che sembra una comunicazione ufficiale da parte dell’istituto di credito. All’interno della mail sarà presente il link a quella che sembrerà la pagina ufficiale della banca; qui vi verrà chiesto di inserire i vostri dati personali, spesso per farlo verrà utilizzata una scusa come un addebito non autorizzato.

Una volta inseriti i vostri dati la truffa sarà compiuta; quando saranno entrati in possesso dei vostri dati personali i truffatori potranno in tutta tranquillità prosciugarvi il conto corrente. Per evitare che ciò possa accadere è importante ricordare come nessun istituto di credito richiede mai i vostri dati personali attraverso posta elettronica.