Bitcoin, phishing, truffa, email, wallet,

Quello con i messaggi di phishing che coinvolgono i Bitcoin sembra un appuntamento fisso. Ogni giorno centinaia di utenti ricevono email di spam nelle loro caselle di posta elettronica.

Sebbene la maggior parte vengano rilevate direttamente dagli account come messaggi malevoli, alcuni potrebbero essere visualizzati nei “messaggi in arrivo” causando confusione. Ecco quindi che vogliamo indicarvi alcuni dei principali messaggi di phishing a cui prestare attenzione per evitare spiacevoli sorprese.

Di seguito vi riportiamo un messaggio che risulta estremamente simile a quello ricevuto da un nostro lettore qualche giorno fa. Si può notare l’uso degli stessi concetti e in alcuni casi anche le stesse identiche parole con l’unica differenza nell’importo presente sull’account. Infatti nel primo messaggio si trattava di circa 36 mila euro in Bitcoin mentre in questo caso sono 18 mila.

Si tratta di una ulteriore conferma che questi messaggi sono inviati in serie a tantissimi utenti e non corrispondono alla realtà. È solo un ennesimo tentativo di phishing che ha come unico obiettivo quello di derubare gli utenti che abboccano alla truffa.

I truffatori promettono un guadagno di 18 mila euro in Bitcoin

ULTIMO AVVISO

Stai per commettere un grave errore!

Questo non è uno scherzo. L’inazione oggi potrebbe essere l’errore più grande che tu possa mai commettere perché coinvolge il tuo saldo di €18.614 in Bitcoin

Your account holds:
(1X) €18,614

facci spiegare cosa devi fare SUBITO…

Come sempre in questi casi, si tratta di un tentativo di truffa che punta a rubare i dati personali agli utenti. Infatti, il malcapitato che clicca sul link si trova davanti ad una pagina in cui viene chiesto di effettuare l’accesso o la registrazione.

Inserendo i propri dati personali, i truffatori ottengono tutte le informazioni necessarie per accedere ai conti bancari o per svuotare la carta di credito degli utenti. Per questo motivo dovete cancellare immediatamente l’email e non dovete mai fornire i vostri dati a siti non affidabili.