asteroide

Abbiamo scampato più volte la fantomatica fine del mondo. Ce la faremo anche questa volta? La NASA ha reso noto che un asteroide potenzialmente pericoloso, delle dimensione di oltre un chilometro, sfiorerà la Terra verso la fine del mese in corso.

Segnatevi la data sul calendario: 21 marzo 2021. Si tratterà di un evento unico che non si ripeterà almeno per i prossimi 150 anni.

L’asteroide, chiamato col nome in codice 2001 F032 perché scoperto per la prima volta in quell’anno, passerà a 2.016.351 km dal nostro pianeta.

 

Un grande asteroide sfiorerà la Terra a fine mese

L’asteroide 2001 F032 orbita attorno al Sole ogni 810 giorni ed è più grande del 97% degli asteroidi presenti, in quanto ha un diametro compreso tra i 0,767 e 1,714 chilometri.

Sono dimensioni davvero impressionanti, paragonate dagli scienziati a quelle del celebre Golden Gate Bridge di San Francisco. In ogni caso la NASA ha affermato che non ci sarà alcun impatto catastrofico nonostante lo abbia catalogato come potenzialmente pericoloso.

Di solito gli asteroidi potenzialmente pericolosi sono quelli con una distanza di intersezione orbitale, in gergo chiamata MOID, e il 2001 F032 rientra in questa categoria.

Può accadere che i percorsi orbitali degli asteroidi vengano influenzati dalla forza gravitazionale dei pianeti ed è questo movimento che ne causa l’alterazione.

In ogni caso, secondo quanto dichiarato dagli scienziati, gli asteroidi vaganti o frammenti di precedenti collisioni che hanno avuto uno schianto con la Terra hanno giocato un ruolo chiave nell’evoluzione del pianeta.

Ormai nello spazio accade di tutto. Avi Loeb ha teorizzato l’esistenza degli extraterrestri, a sua detta trasportati dall’asteroide Oumuamua, che ha attraversato il nostro Sistema Solare nel 2017, e nel 2022 la NASA si prepara a una grande missione spaziale.

L’intenzione è quella di raggiungere l’asteroide noto come Psyche 16, che potrebbe contribuire all’economia mondiale grazie alla ricca presenza di ferro, nichel e oro. Insomma, occhi puntati sul futuro dello spazio.