Truffe: stavolta la vittima della frode che svuota il conto è Intesa San Paolo

Che vogliamo o no, i malintenzionati esistono, e con questi anche le truffe pericolose. Questa volta il mezzo utilizzato per arrivare agli utenti è la banca Intesa San Paolo ed un banale messaggio. Veniamo ai dettagli e da cosa stare alla larga.

Truffe: i finto sms ai danni di banca Intesa Sanpaolo

Cosa sta accadendo esattamente in questo periodo caratterizzato dalle truffe? In breve, alcuni truffatori fingendosi della banca stanno sottraendo soldi dai conti correnti di molti risparmiatori. Scendendo invece nel dettaglio: alla vittima giunge un finto messaggio a nome di banca Intesa Sanpaolo (ciò la porta a fidarsi del nome sicuro e “originale”) che la informa del movimento anomalo sul conto. Quest’ultimo è ovviamente seguito da un link che dovrebbe permettere alla preda di controllare la situazione. Dunque, la chiave della frode è proprio tale sito. Per questo vi consigliamo di non accedervi MAI.

Qualora si incappasse nella trappola, verrete contattati da un finto operatore di banca Intesa Sanpaolo attraverso un telefono fisso con prefisso 011 (Torino, sede della banca) o da un cellulare. A tal punto il malfattore vi chiederà se nell’ultimo periodo avete effettuato un bonifico all’estero per poi inviarvi un codice sul cellulare. Ed ecco che parte un bonifico inaspettato e diretto all’estero. In casi estremi arriva fino a 12mila euro.

Cosa fare in questo caso? Come consiglia la Polizia Postale, rivolgetevi ad un’associazione a tutela dei consumatori come l’Adico, la quale spiega quanto sia importante effettuare la denuncia. Lo scopo è ovviamente comunicare il disconoscimento dei movimenti alla banca.