red-dead-redemption-2-stadia-problema-download-costo-prezzo-servizio

Google Stadia non ha vita facile: annunciata con molte promesse, la piattaforma di cloud gaming di Google è iniziata in uno stato che sembrava più una beta che un rilascio ufficiale. Anche il 4K alla fine si è rivelato una farsa. Google ha pubblicizzato il suo servizio cercando di offrire più delle prestazioni combinate di PS4 Pro e Xbox One X, ma ha comunque ottenuto risultati inferiori nei giochi.

Più di recente, la società ha chiuso il proprio studio di sviluppo. Il problema è che Google è abituato a lanciare nuovi servizi come beta e lasciarli in questo stato per molto tempo. Inoltre, solo pochi giocatori sono stati in grado di abituarsi al modello di business: oltre ai canoni mensili, per poter utilizzare la migliore qualità, tutti i giochi devono essere acquistati separatamente.

Google Stadia ha fallito i suoi obiettivi interni

Fonti anonime hanno fatto trapelare che Stadia ha mancato i suoi obiettivi interni. Gli utenti attivi mensili, che erano previsti, sono stati inferiori alle aspettative di centinaia di migliaia. Inoltre, Google ha fallito anche sul lato controller, dato che li ha dati via alla fine dello scorso anno per sbarazzarsene del tutto.

Di conseguenza, Google ha quindi aperto il suo portafoglio per convincere gli editori a portare i titoli tripla A su Stadia. Milioni di dollari sono stati versati per garantire giochi come “Red Dead Redemption 2” per Stadia. Tuttavia, l’adozione da parte dei giocatori è stata finora piuttosto deludente. E senza giochi esclusivi, sarà estremamente difficile per Stadia sopravvivere a lungo. Non ci resta che aspettare per vedere cosa ci riserverá il futuro.