Mammut

Una scoperta sensazionale è stata possibile grazie al ritrovamento dei resti di tre zanne in alcune aree impraticabili dell’artico. Appartenenti a mammut vecchi più di un milione di anni, in perfette condizioni hanno permesso agli scienziati di recuperare il DNA di una delle specie più antiche mai trovate.

 

Trovati i reperti di 3 zanne di mammut

Non lontano dall’Alaska, sull’isola di Wrangel, dei paleontologi hanno scoperto i resti di tre zanne perfettamente conservate. Infatti c’è voluto un po’ per estrarle dal permafrost, una particolare condizione che mantiene il terreno perennemente ghiacciato. Grazie a ciò si è potuto datare le due specie di mammut con precisione. Una risalirebbe a 800 mila anni fa, mentre le altre due addirittura a oltre un milione di anni fa.

L’esemplare più antico fu un cavallo vissuto circa 600 mila anni fa, ma i mammut a cui appartengono i resti sono più longevi quasi del doppio. Questi animali sono molto simili a degli elefanti solo decisamente più grandi. Inoltre, a differenza dei loro successori, avevano una pelliccia molto spessa simile a quella dei bisonti.

 

Le perfette condizioni delle zanne hanno permesso di recuperare il DNA di queste specie

La cosa eccezionale è che grazie alle perfette condizioni dei tre reperti è stato possibile recuperare il DNA della specie di questi mammut. Scoprire il loro codice genetico non solo ha permesso di datare questi bestioni, ma ha aiutato anche a capire quale era la loro condizione fisica, il loro strato di grasso e come era composta e spessa la loro pelliccia.

“Questo DNA è incredibilmente antico, i campioni sono mille volte più vecchi dei resti vichinghi, e precedono persino l’esistenza dell’uomo e dei Neanderthal”. È quanto ha dichiarato Love Dalém, il primo autore di questo studio e professore di genetica evolutiva del Centro di Paleogenetica di Stoccolma.

Di questi due mammut, quello più antico è stato chiamato Krestova e ha circa 1,65 milioni di anni, mentre quello più giovane, di circa 870 mila anni si chiama Chukochya.

Chissà se Svart, il primo hotel a energia positiva, organizzerà anche spedizioni per vedere i luoghi dove questi vecchi mammut hanno vissuto milioni di anni fa.